Archivio per settembre, 2012

BOOMERANG

Pubblicato: settembre 21, 2012 in Uncategorized

Oggi ero in un bar con un’amica e una ragazza, molto bella, semplice, si volta dal suo tavolino e mi chiede se posso offrirle una sigaretta: “Scusami, le ho lasciate su in casa!” “Figurati, prendi pure”.

Dopo pochi minuti la ragazza, va via.

Io e la mia amica, dopo circa 15 minuti, ci spostiamo dentro il bar perché si era alzato un vento gelido… e vedo questa ragazza tornare e cercarmi tra i tavoli e, porgendomi una sigaretta, mi dice :” Ecco tieni, mi dispiace averti disturbata prima, ma le avevo lasciate in casa”.

Questa ragazza è tornata a casa, è salita ed è tornata per “ridarmi” la sigaretta che le avevo offerto poco prima.

Vi giuro che di cose strane ne ho viste tante ma questa… Che cosa bella?

E’ straordinario quanto qualcuno riesca a stupirci, con così poco.

La mia amica, avendo assistito a questa cosa mi guarda e mi dice: “Lo vedi, Clà? E’ tutto un boomerang”.

E oggi, più che mai, credo proprio che avesse ragione.

 

Annunci

// FREQUENT FLYER //

Pubblicato: settembre 19, 2012 in Uncategorized

stream of consciousness

 

Inizierò così il mio viaggio con voi, introducendovi, molto lentamente, tutto-o quasi;)- quello che mi passa nella testa, il mio “flusso continuo”… E sarà in ordine sparso, come del resto lo sono i pensieri, a volte pignoli e puntuali, a volte incostanti e dispettosi, ma sono pur sempre pensieri.

I Miei.

Un altro giorno senza dormire… tra poco mi cadrà la faccia me lo sento. Eppure non riesco a sentirmi stanca… Duemila pensieri, un cervello che non si ferma mai, tanti progetti… e devo pensare solo a me! Ma è tutto anche fin troppo bello…

Vi è mai capitato di sentirvi in una favola? E’ tutto esattamente come volevate voi, tutto, nei minimi dettagli.

Gli odori, i sapori, i colori, persino quella sfumatura di grigio tra le nuvole, e il trucco un pò consumato… si. E’ tutto come volevo io.

Poi sbatto le palpebre, il trucco colato inizia a bruciare, l’odore che tanto ti piaceva viene coperto dallo sbuffare saturo di un autobus e quella sfumatura di grigio inizia a scurirsi e scendono le prime gocce d’acqua…

Ma poi l’acqua ti leva il trucco dal viso, porta via l’odore orrendo del maledetto autobus, e il cielo si apre di nuovo.

Per me la vita è questa, un susseguirsi di capitoli che iniziano ogni volta con una parola nuova.

Migliore? Peggiore?… Nuova. E finche non leggiamo la parola fine, sarà una continua ricerca allo step successivo, a quello giusto…

Che cosa meravigliosa l’aria.

Che cosa meravigliosa il mio libro.

Voglio continuare a scriverlo //

Hello world!

Pubblicato: settembre 19, 2012 in Uncategorized

Welcome to WordPress.com! This is your very first post. Click the Edit link to modify or delete it, or start a new post. If you like, use this post to tell readers why you started this blog and what you plan to do with it.

Happy blogging!